Amp Live spiega i pro ei contro delle registrazioni analogiche e digitali

C'è sempre stato il sentimento di fondo che l'analogico è sempre e sarà sempre meglio del digitale quando si tratta di registrare e fare musica. Ci sono diversi lati nel dibattito tra analogico e digitale. Alcuni ritengono fortemente che gli strumenti del passato avessero un'atmosfera che non può essere riprodotta, mentre altri ritengono che gli strumenti digitali di oggi lo abbiano fatto, perfezionato e spinto ulteriormente l'atmosfera. Si potrebbe scoprire che, anche se hanno accesso a quella vera attrezzatura analogica che difendono, potrebbero essere ancora meglio utilizzare la versione digitale, se disponibile. Inoltre, coloro che sono profondamente radicati in questa nuova era digitale potrebbero perdere alcuni grandi suoni vintage del passato.



La differenza tra segnali analogici e digitali


Per coloro che non lo sanno, descriviamo la differenza fondamentale tra segnali analogici e digitali. Nel dominio analogico, le informazioni vengono tradotte in impulsi elettrici di ampiezza variabile.



Per il digitale, le informazioni vengono tradotte in formato binario: uno e zero. Ogni bit è rappresentativo di due ampiezze distinte.








La tecnologia analogica registra le forme d'onda elettriche così come sono, mentre nella tecnologia digitale le forme d'onda analogiche vengono campionate in un insieme limitato di numeri e registrate. Vinile e nastro sono mezzi analogici comuni per la registrazione di musica. I suoni vengono registrati come solchi fisici o impulsi magnetici.

La registrazione digitale converte l'onda analogica in un flusso di numeri che vengono memorizzati su un disco rigido. La conversione viene eseguita da un convertitore da analogico a digitale (ADC). Quando la musica viene riprodotta, passa attraverso un convertitore da digitale ad analogico (DAC) dove l'onda viene poi amplificata e produce il suono che si sente.



Mentre gli ascoltatori affermano che le registrazioni analogiche sono più calde e dal suono più naturale, la registrazione può anche essere più silenziosa. Un altro svantaggio è che le registrazioni analogiche si degradano ogni volta che vengono riprodotte con conseguente perdita di alta frequenza. Nel caso del vinile, viene prodotto anche un rumore scoppiettante. I dischi in vinile, soprattutto trasportati alla rinfusa, sono più difficili da spostare.

Alcuni vantaggi delle registrazioni digitali sono che hanno una migliore durata, un volume più alto, un rumore inferiore, un costo inferiore, una duplicazione più semplice e un accesso immediato a diverse parti della registrazione. Alcuni degli svantaggi includono la possibilità di latenza, danneggiamento dei dati, archiviazione e archiviazione di dati completi e crash dei sistemi informatici con conseguente perdita di dati.

Il suono digitale può essere migliore dell'analogico?


Uno strumento digitale può suonare bene come uno strumento analogico? Beh, dipende da come lo definisci buono. Un sintetizzatore digitale può suonare sottile o può suonare molto più interessante di un sintetizzatore analogico, a seconda del tipo di suono che stai cercando. Entrambi hanno pro e contro e possono essere manipolati. A differenza dei supporti di registrazione, la decisione sulle differenze sonore tra apparecchiature analogiche virtuali e reali si basa strettamente su ciò che l'utente sente soggettivamente e generalmente cambia da ascoltatore a ascoltatore.



La domanda è se preferisci una messa a punto più o meno stabile e una reazione più o meno coerente alle tue prestazioni altrimenti coerenti dal tuo hardware. Chiediti: che tipo di spazio ho nel mio studio? Quanta automazione devo fare? Quanto velocemente voglio il richiamo istantaneo dei miei parametri? Se devo aggiornare e modificare costantemente una particolare traccia su cui sto lavorando, trovare di nuovo quel suono sulla tastiera analogica e assicurarmi che sia pronto per il richiamo può essere noioso. Anche se è un richiamo completo, l'automazione di qualsiasi parametro su quella tastiera potrebbe essere ancora più difficile da fare. Voglio controllare e riassegnare costantemente eventuali modifiche del suono sulla mia tastiera analogica o voglio solo arrivare direttamente alla mia sessione senza lunghi tempi di configurazione?

Una caratteristica indesiderabile per uno strumento digitale è che il suono che crea può essere convertito in un segnale analogico dal convertitore D / A dalla scheda audio di un computer o dall'interfaccia audio esterna. Questo potrebbe non essere uno svantaggio per uno o due suoni, ma considera quando 10-12 suoni diversi provengono da 6-8 plug-in o software diversi e tutti passano attraverso la stessa identica applicazione host e la stessa conversione D / A dell'hardware potrebbero diventare un po 'elaborati. Diventano omogeneizzati, il che conferisce al suono una certa qualità nitida. Se li tieni nella confezione, ovvero i suoni non escono mai dalla tua DAW, o se hai un'interfaccia di altissima qualità con convertitori D / A altamente trasparenti, ti ritroverai senza carattere aggiunto in nessuno dei tuoi suoni.

Questo potrebbe essere esattamente quello che vuoi però.

Miti analogici e digitali

Questo non vuol dire che il vantaggio di un segnale analogico sia che è più caldo, meno sterile o in qualche modo migliore del segnale digitale. In effetti, in alcuni casi, è meno pulito e meno dinamico. Tuttavia, il segnale analogico di solito è un po 'più eccitante, poiché il suo carattere non è coerente come il carattere più sempre perfetto del segnale digitale. Lasciare che accadano incidenti favorevoli (come la distorsione analogica o il degrado del segnale) può portare a un carattere inaspettato (buono o cattivo) nel tuo suono - e ora stiamo parlando di un elemento creativo di modellazione del suono, in opposizione alla semplice qualità sonora.

Nella maggior parte degli studi moderni, viene utilizzato un tipo di ibrido di apparecchiature analogiche e digitali. Un computer viene solitamente utilizzato per ospitare un programma per la registrazione dell'audio. Una catena di dispositivi analogici potrebbe entrare in quel programma, ma i suoni finiscono comunque su un supporto digitale. Se hai un budget per un vero registratore, puoi passare all'analogico fino in fondo. Nella mia esperienza, non puoi ancora dire che fosse analogico fino in fondo a meno che non ascolti la canzone su vinile. Poi il calore entra in gioco.

Quando le persone descrivono il fascino dei dischi in vinile, sintetizzatori hardware coperti da manopole e interruttori, cavi patch e moduli e altri dispositivi etichettati come analogici, quello che stanno davvero dicendo è che gli piacciono le qualità fisiche di queste cose. Non c'è motivo per cui la tecnologia digitale non possa essere coinvolta. Abbiamo bisogno di dibattiti molto significativi su design, suono, musica e arte. In definitiva, si basa sul gusto del creatore della musica.

Dirt Monkey, Jake One, Daddy Kev, Josh One e Chris Thompson forniscono alcuni esempi delle diverse opzioni ibride che usano per creare il proprio equilibrio tra analogico e digitale.

Jake One, Josh One, Daddy Kev e Dirt Monkey On Analog vs. Digitale

Abilita Javascript per guardare questo video


Amp Live: qual è l'attrezzatura principale che usi di più?

ashley martelle e irv gotti video

Scimmia della sporcizia : Uso un Mac Mini o Macbook Pro, RME Babyface (interfaccia audio), tastiera midi MPK49, DAW è Live 9 e uso principalmente sintetizzatori Massive, Serum e Nexus.

Jake One: ASR 10 e Pro Tools.

Papà Kev: Uso una varietà di apparecchiature per scopi diversi, ma per creare beat lo faccio tutto in Pro Tools.

Josh One : MPC2000XL, Fender Rhodes, Juno 60, Moog Phatty.

Amp Live: Mescoli attraverso una scheda analogica di qualche tipo o in un computer?

Scimmia della sporcizia: Faccio tutti i miei mix sul computer in Live.

Chris Thompson: Computer e Pro Tools.

Jake One: Mixo le mie tracce dall'ASR prima di inserirle in strumenti professionali

Papà Kev: Mescolo ibrido con una console analogica SSL XL-Desk e Pro Tools.

Josh One: Avevo un MCI-JH618 che aveva un suono eccezionale, ma recentemente l'ho ridimensionato.

Amp Live: La tua musica è masterizzata in modo analogico o digitale o una combinazione di entrambi?

Scimmia della sporcizia: Ho sempre masterizzato le mie cose sul computer, ma recentemente ho masterizzato la mia musica su apparecchiature analogiche. Dà alla musica più sostanza ed è particolarmente evidente sui grandi sistemi audio

Chris Thompson: Digitalmente.

Jake One: Raramente vado a masterizzare in questi giorni, ma sono abbastanza sicuro che sia una combinazione di entrambi.

Papà Kev: Per il mastering, utilizzo una configurazione ibrida analogico / digitale.

Josh One: Molti dei miei vecchi dischi sono stati masterizzati con molte apparecchiature analogiche esterne con D2 Mastering ad Atwater Village, dove si trovava il mio studio. Recentemente, ho masterizzato digitalmente tramite Violet Lantern Mastering.

Amp Live: Se potessi scegliere, diventeresti tutto analogico? Se è così, perché?

Scimmia della sporcizia: Non lo farei semplicemente perché sono così abituato a utilizzare plug-in digitali per fare tutto.

Chris Thompson: Non.

Jake One: L'analogico suona meglio dall'inizio per me. Il materiale digitale mi richiede più impegno per farlo bene. Penso che per me sia solo una parte del mio processo creativo. Ho impiegato 20 anni nell'utilizzo dell'ASR 10, quindi sarebbe difficile diventare altrettanto competente su qualsiasi altra cosa. Penso che tu debba usare la nuova tecnologia per migliorare qualunque cosa tu stia facendo mantenendo il tuo suono di base.

Papà Kev: Se potessi passare all'analogico per l'equalizzazione e la compressione, lo farei. Per i supporti di registrazione, è difficile immaginare di non utilizzare un computer a questo punto. Inoltre, sono così abituato a utilizzare Pro Tools per l'automazione del volume e l'editing che sarebbe quasi impossibile lavorare in modo efficiente tutto analogico.

Josh One: Vorrei dire di sì, ma probabilmente non da quando non ho imparato a cucire il nastro. Mi piace l'equilibrio dei due che ho.

Amp Live: Se potessi scegliere, diventeresti tutto digitale? Se è così, perché?

Scimmia della sporcizia: Non lo farei solo perché penso che ci siano certe cose che possono essere fatte con apparecchiature analogiche che non possono essere fatte con la versione digitale, come scherzare con un sintetizzatore Moog. Puoi ottenere dei suoni unici, unici nel loro genere.

Chris Thompson: Non.

Jake One: È decisamente molto più conveniente. Sono in grado almeno di avviare idee su Pro Tools quando sono lontano dal mio studio.

Papà Kev: Non c'è modo. Preferisco di gran lunga il flusso di lavoro dell'utilizzo di fader e processori hardware rispetto al mouse. Inoltre, mi ci vuole molto più tempo per far suonare bene un plug-in EQ. Con un equalizzatore analogico ci vogliono letteralmente pochi secondi. Preferisco anche il suono del summing analogico premium rispetto a quello incluso nella confezione.

Josh One: Questo sarebbe no. Non sarei in grado di rinunciare alle cose del fuoribordo. È semplicemente troppo divertente e adoro il modo in cui suona.

Amp Live: Credi che ci sia una differenza sonora tra mixare / masterizzare tutto analogico o tutto digitale?

Scimmia della sporcizia: Credo assolutamente che ci sia una differenza. Quando riesco a masterizzare le mie cose sulla scheda SSL e sull'hardware analogico del mio amico, si ottiene un calore e un'incisività che non possono essere creati digitalmente. Non so davvero spiegare perché sia ​​così, ma è così. Per il mastering, dico di sicuro che Analog è maggiore del Digital.

Chris Thompson: Sì.

Papà Kev: Per le mie orecchie, tutto il digitale non suona così bene come tutto l'analogico. Neanche vicino. Mi piace che la musica suoni calda e rotonda, non spigolosa e sottile. Vuoi una donna con le curve o un bastoncino magro? Questo è quello che immagino visivamente quando penso all'argomento analogico contro digitale.

Josh One: Credo che suoni meglio e più caldo correndo attraverso apparecchiature analogiche, a seconda dello stile di musica.

Amp Live è la metà della Bay Area Sion I equipaggio. Negli ultimi 15 anni, il produttore-slash-deejay si è esibito in tutto il mondo come parte di Zion I e come artista solista. Seguitelo su Twitter @ AmpLive .