Il dottor Dre descrive il primo ascolto di Eminem

Utilizzando una varietà di artisti della Shady Records, così come quelli fortemente coinvolti con l'etichetta, TV complessa ha recentemente documentato il successo della centrale elettrica dell'etichetta come parte del loro documentario appena pubblicato, Not Afraid: The Shady Records Story.



Tra quelli presenti nel documentario di mezz'ora ci sono Eminem, Dr. Dre, 50 Cent, Peter Rosenberg e Royce Da 5’9.



Not Afraid: The Shady Records Story inizia con Eminem e Peter Rosenberg che parlano della nascita della loro relazione artista / manager. Rosenberg ha rivelato di aver incontrato Eminem tramite Proof e ha aggiunto che in quel particolare momento non era del tutto convinto del potenziale del presentatore di Detroit, Michigan.






Inoltre, Eminem ha dichiarato che non si aspettava che Rosenberg fosse il manager più cool di sempre, ma era entusiasta delle connessioni del suo futuro manager a New York.

Non ero tipo 'Oh mio Dio, questo ragazzo sarà il manager più cool di sempre. Oh mio Dio ', ha detto Eminem. A quel tempo, su alcune cose vere, sono sicuro di essere semplicemente entusiasta di avere qualcuno che mi ascoltasse. Tu sai cosa sto dicendo? E prendimi sul serio. Soprattutto Paul che vive a New York o altro. Anche l'eccitazione di quello. 'Oh mio Dio, ha contatti a New York. Poteva ... 'Qualunque cosa era una pista. Tutto era un raggio di speranza. Allora era come se tutti cercassero di stabilire dei legami e Paul era davvero bravo.



Un altro rapporto che è stato discusso nel video è stato quello tra Eminem e il collaboratore di lunga data, il Dr. Dre. Nel documentario, Dre ha affermato di aver ascoltato per la prima volta la musica di Eminem mentre era a casa di Jimmy Iovine e ha pensato che fosse incredibile.

Il famoso produttore ha poi ricordato di aver lavorato a My Name Is, la prima canzone su cui i due hanno lavorato insieme.

Be ', ho sentito per la prima volta la musica di Eminem a casa di Jimmy Iovine, ha detto il dottor Dre. Gli è capitato di aver ricevuto la cassetta di Eminem forse un paio di giorni prima. In realtà l'ha avuto da uno stagista che lavorava all'Interscope. L'ha inserito e poi l'ho sentito. E ho pensato che fosse incredibile. A quel tempo, non avevo idea che fosse un ragazzo bianco. L'ho scoperto solo pochi giorni dopo. E io ero tipo 'Che cazzo è questo? Ho davvero bisogno di incontrare questo ragazzo. 'La prima cosa che abbiamo fatto è stata' Mi chiamo '. Avevo già preparato un campione su cui pensavo sarebbe suonato alla grande. Subito dopo averlo indossato ha detto 'Ciao, mi chiamo' ... Quando ho sentito che avrebbe fondato la sua etichetta, ho pensato che fosse un'idea fantastica. Ero entusiasta di vedere cosa ne avrebbero fatto.



Il documentario completo di Not Afraid: The Shady Records Story può essere trovato di seguito.

Abilita Javascript per guardare questo video

Per ulteriori informazioni su Eminem, guarda il seguente DX Daily:

Abilita Javascript per guardare questo video